Droga e alcol con il padre, muore in Versilia il figlio 25enne dello scrittore Gerardo Ventrella

LIDO DI CAMAIORE – Era andato a trovare il padre in Versilia e qui, insieme a lui e a un altro parente, ha assunto droga e alcol. E’ morto così, la notte scorsa, il figlio 25enne di Gerardo Ventrella, scrittore per Feltrinelli e con un passato duro alle spalle.

Da quanto si sa il ragazzo era partito dal capoluogo piemontese per raggiungere il padre 54enne a Lido di Camaiore, in Versilia, provincia di Lucca. Alle 23.30 entrambi si sono sentiti male e in via don Minzoni, nella cittadina toscana, è arrivata un’ambulanza del 118. Quando i paramedici sono arrivati, il 25enne era in arresto cardiaco. E’ stata tentata la rianimazione, poi il 25enne è stato trasportato d’urgenza all’Opa di Massa, dove purtroppo è deceduto. Il padre è stato portato all’ospedale Versilia, anche lui in gravi condizioni. 

Gerardo Ventrella è autore del libro “Il mio quartiere”, uscito per Feltrinelli nel 2007. Un libro nel quale Ventrella racconta, rivolgendosi proprio al figlio e con linguaggio crudo, la propria esperienza con gli stupefacenti e la dura lotta per uscire dal tunnel della droga. Un libro che voleva essere un messaggio: vivere la vita fino la vita, ma senza farsi trascinare nel baratro.

Be the first to comment on "Droga e alcol con il padre, muore in Versilia il figlio 25enne dello scrittore Gerardo Ventrella"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*